Carriere

  • Nel mondo del Bloodbowl, esistono diverse tipologie di tifosi, sicuramente le migliori e più pittoresche sono le Cheerleader. Esse seguono la propria squadra in ogni partita, incitandola con canti e balli organizzati, per ricreare suggestive coreografie. Una caratteristica della Cheerleader è sicuramente la divisa, che prende il colore della squadra amata, inoltre compare lo stemma ufficiale, solitamente in risalto sul petto.

  • Il BloodBowl è lo sport più violente e più seguito di tutto il mondo, è un insieme di follia e spettacolo una cosa unica ed emozionante. I giocatori di Bloodbowl sono veri e propri guerrieri che combattono per la conquista delle fatidica meta, sono pazzi non si curano ne del dolore ne della fatica e cercano ogni modo o mezzo per rompere l’avversario e per fare punto.

  • I campioni di bloodbowl, sono professionisti che hanno impressionato per la loro violenza e follia, pubblico ed allenatori, che li hanno voluti fortemente nella loro squadra. La carriera dei campione solitamente è breve, a causa dell'instabilità mentale che possono portare alcuni colpi ben assestati alla testa, oltre che per un colpo particolarmente violento. I campioni durante la loro carriera, acquistano una notevole fama, riconosciutagli dai propri tifosi.

  • Il commentatore è una figura cardine per il gioco del Bloodbowl. Esso commenta le imprese, raccontando propri aneddoti sulle proprie esperienze, sia come giocatore che come arbitro. Oltra al compito di commentare le partite, gestisce le scommesse legate alla partita. Il commentatore per forza di cose deve seguire gli spostamenti della lega, commentando ed ampliando il proprio libro delle regole sul gioco.

  • I Boia fronteggiano un difficile e oneroso impegno, dato che sono responsabili delle decapitazioni e delle impiccagioni ufficiali, così come dell’esposizione delle teste dei felloni decapitati, posti come ammonimento sulle picche o in altri posti. I Boia più brutali si danno al bere, e molti crollano sotto la tensione, arrivando a porre fine alle loro vite. A causa della loro orribile attività, i Boia sono spesso evitati dalla loro comunità, soggetti a paura e ritorsioni da parte dei familiari dei defunti.

  • Il boia è un personaggio molto ingiuriato e molti sono evitati a causa della loro carriera morbosa. È loro il compito di portare a termine la sentenza di morte per vari corpi legali, e l'esecuzione può avvenire tramite rogo, impiccagione, decapitazione, o in Bretonnia tramite ghigliottina. Non sorprende quindi che tendono ad essere alquanto privi di emozioni o sadici per necessità. Lo standard tra loro varia sensibilmente dal professionista vero al sadico assassino. Solitamente questa è una carriera per la vita, e quelli che la abbandonano spesso lo fanno a causa dell'ingiustizia del sistema legale.

  • Il Boia è solitamente un soldato o un uomo d'arme al servizio dell'autorità locale. Quando qualcuno viene dichiarato colpevole di un crimine deve essere punito e, di solito, la punizione più frequente è la decapitazione. I nobili spesso hanno degli uomini addetti a certe cose e quest'ultimi, quando devono giustiziare qualcuno, usano indossare un cappuccio nero. Il cappuccio serve a proteggerli da eventuali ritorsioni di parenti o amici del condannato, ma anche a creare un certo senso di anonimato che in qualche modo assolve il Boia dall'omicidio che ha commesso (quando indossa il cappuccio nero...

  • I lavoratori senza specializzazione riempiono le città, i dock e le fattorie del Vecchio Mondo, trasportando beni, lavorando nelle costruzioni, eseguendo la maggior parte dei semplici e pesanti compiti che i lavoratori specializzati non hanno il tempo ne’ la voglia di fare essi stessi. Questi lavori richiedono forza fisica e resistenza ed i Braccianti sono rudi e prendono denaro per qualsiasi lavoro che possono eseguire con i propri muscoli.

  • Il Bravo (o Schlägher in Reikspiel) è un malfattore spavaldo, tipico della Tilea, alle dipendenze dirette di un Nobile. I Bravi non fanno parte di Gilde dei Ladri , sono servitori fedeli del loro signore, da cui vengono impiegati per affrontare incarichi scomodi con mezzi non ufficiali, ad esempio risolvere problemi con minacce o violenze o far sparire persone scomode. Nel tempo libero bevono, giocano d'azzardo e corteggiano le fanciulle.

  • I Cacciatori di Frodo (o Wilddieb in Reikspiel) vivono cacciando selvaggina in maniera non autorizzata nelle riserve di caccia dei Nobili e dei proprietari terrieri del Vecchio Mondo. Normalmente originari dei luoghi in cui operano, sfruttano la familiarità con la caccia e l'ambiente selvaggio per piazzare le loro trappole e sfuggire alla cattura. Talvolta decidono per un cambio di fronte, più per la tranquillità di un tetto e di un salario che per fedeltà verso il proprio datore di lavoro.

  • Il Cacciatore di Skaven (o Skavenjäger in Reikspiel) è un'individuo che si adopera per lo sterminio degli Uomini Ratto. Alcuni di loro possono aver perso delle persone care oppure aver capito la grave minaccia costituita da quelle squittenti creature, fatto sta che per combatterle si impegnano a racimolare ogni possibile informazione sulla propria terra, su chi li combatte abitualmente e su quella razza, la cui presenza nell'Impero è addirittura negata e il cui studio è considerato proibito.

  • I Cacciatori di taglie vivono rintracciando criminali, banditi e fuggiaschi ricercati e consegnandoli alla giustizia. Il Cacciatore di Taglie solitario può andare in luoghi che le unità militari sgraziate non possono fare, il che rende tali uomini un utile complemento per le guardie e la milizia. I sovrani, le gilde e i consigli locali pagano i premi. Possono trovare disgustosi i Cacciatori di Taglie, ma sono un efficace deterrente contro briganti, bande di Goblin e simili. I Cacciatori di Taglie sono assassini professionisti che danno poco valore alla santità della vita. Sono assolutamente spietati, usando le loro formidabili abilità per rintracciare ed eliminare le loro prede. I poveri li guardano con paura, dal momento che più di un contadino è stato assassinato e spacciato come il vero colpevole. Le autorità li considerano un male necessario, ma non saranno mai i benvenuti.

  • Nagarythe era uno dei regni più prosperosi e belli della terra degli Elfi Alti di Ulthuan. Quando il Re Stregone Malekith e sua madre Morathi portarono il regno di Nagarythe verso il Culto del Piacere di Slaanesh, non tutti i loro sudditi li seguirono. Quando i due malvagi Elfi guidarono la loro gente in una rivolta contro il legittimo Re Fenice.

  • Questo supplemento rivisita e modifica lo status dei Cacciaotri di Streghe, distinguendoli, raccogliendo aneddoti inediti, ampliando il loro armamentario, modificando la carriera del manuale base, unendo le varie informazioni sparse, aggiornandole all'ultima versione del BG ufficiale, in appendice l'introduzione delle loro cariche.

  • I Cadetti sono ufficiali in addestramento. Possono frequentare scuole formali come le Accademie dell’Aquila o possono ricevere una diretta tutela da ufficiali sul campo. Sebbene i Cadetti imparino a combattere, l'obiettivo della loro formazione è il comando. Alcuni provengono da famiglie nobili, ma questo non è affatto scontato. Coloro che hanno conquistato un posto con gli exploit sul campo di battaglia sono più rispettati perché hanno vissuto la guerra, e non l’hanno semplicemente letta nei libri.

  • Il Calabrone è ormai un esperto nel proprio campo e incarna le tecniche basilari della Trottola. A questo punto dell'addestramento affina ulteriormente i propri sensi, il linguaggio proprio delle Trottole, il combattimento disarmato e apprende lo speciale movimento rotatorio a due armi che gli consentirà di farsi valere contro i nemici più bellicosi.

  • I Campioni sono guerrieri che dedicano le loro vite al combattimento marziale, eccellendo come nessun altro sul campo di battaglia. Non sono dei leader, ma come combattenti individuali sono impareggiabili. Vivono per i momenti in cui le loro abilità sono testate al massimo, perché solo allora dimostrano veramente quanto sono bravi. Molti Campioni servono negli eserciti, bande da guerra e ordini marziali, anche se altri vagano per l'Impero vendendo le loro formidabili abilità al miglior offerente. Le loro armi sono inevitabilmente tra le migliori del Vecchio Mondo.

  • I Campioni dei Tunnel, sono un elite scelta tra tutti i Guerrieri dei Tunnel, in particolar modo quelli che si sono distinti, per atti molti coraggiosi. Il Campione dei Tunnel, rimane anche anni a difesa dei tunnel, più importanti, respingendo tutti gli invasori, che gli si parano davanti. Chi intraprende questa carriera, sa che va incontro ad una vita di sacrificio per la propria comunità di Nani, ritornando saltuariamente alla fortezza, per riparazioni o cure.

  • Il Campione del Conte viene scelto tra il corpo militare delle Grandispade. Il suo compito non sarà quello di fungere da guardia del corpo, ma quello di risolvere situazioni o svolgere compiti di estrema difficoltà e fiducia. La risoluzione delle dispute con altri casati è quello a cui spesso ricorrono i Conti per risolvere le loro questioni, servendosi dei propri campioni che si sfidano in duelli che a volte possono anche diventare mortali.

  • Essere definiti Campione degli Elmi d’Argento, per un Elfo Alto nobile, che ha intrapreso la strada dei campi di battaglia, risulta essere la massima onoreficenza che si possa raggiungere per questo rango dell’esercito. Non tutti gli Elmi d’Argento, diverranno Campione, alcuni periranno, altri diverranno capitano, la maggior parte rimarranno al rango più basso, di questo ordine; mentre i più valorosi ed intraprendenti, verranno riconosciuti Campioni.

Ultimi Articoli Pubblicati...

08 Luglio 2020
24 Giugno 2020
16 Giugno 2020
11 Giugno 2020

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

  I accept cookies from this site.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk