Carriere

Questa è una carriera che ogni nano deve seguire prima di poter diventare Mastro di Corporazione o Fabbro di Rune. Il giocatore dovrebbe specificare prima se vuole essere Apprendista Mastro di Corporazione o Apprendista Fabbro di Rune per decidere le abilità che gli competono. Se un personaggio Fabbro di Rune decide di diventare Mastro di Corporazione (o viceversa), allora dovrà passare nuovamente attraverso la carriera di Apprendista. L’apprendistato è un periodo basilare per ogni nano che voglia percorrere queste particolari conoscenze, dove apprenderà le basi necessarie a proseguire negli studi.

I barbari sono membri di società arretrate sparse negli angoli più remoti del Vecchio Mondo, vengono da tutto il mondo, la maggior parte tramite passaggi sulle navi commerciali degli elfi che li usano come rematori o per altri ingrati compiti di bassissima lega. Per la maggior parte sono umani, ma occasionalmente possono essere membri di altre razze più o meno comuni. Il barbaro spesso è maleducato e prepotente ed ha un odore così cattivo che un commento comune quando lavora in un’osteria è: "Hei! Qualcuno ha fatto entrare un nano?", commento che, solitamente scatenerà in breve tempo una rissa.

Il boia è un personaggio molto ingiuriato e molti sono evitati a causa della loro carriera morbosa. È loro il compito di portare a termine la sentenza di morte per vari corpi legali, e l'esecuzione può avvenire tramite rogo, impiccagione, decapitazione, o in Bretonnia tramite ghigliottina. Non sorprende quindi che tendono ad essere alquanto privi di emozioni o sadici per necessità. Lo standard tra loro varia sensibilmente dal professionista vero al sadico assassino. Solitamente questa è una carriera per la vita, e quelli che la abbandonano spesso lo fanno a causa dell'ingiustizia del sistema legale.

Il Boia è solitamente un soldato o un uomo d'arme al servizio dell'autorità locale. Quando qualcuno viene dichiarato colpevole di un crimine deve essere punito e, di solito, la punizione più frequente è la decapitazione. I nobili spesso hanno degli uomini addetti a certe cose e quest'ultimi, quando devono giustiziare qualcuno, usano indossare un cappuccio nero. Il cappuccio serve a proteggerli da eventuali ritorsioni di parenti o amici del condannato, ma anche a creare un certo senso di anonimato che in qualche modo assolve il Boia dall'omicidio che ha commesso (quando indossa il cappuccio nero...

Cavalieri disonorati, scudieri senza Signore, cadetti senza terre, sono loro che di solito formano il nerbo di quelle rare compagnie che sono formate da combattenti a cavallo. Godono per le loro origini e per il loro modo di combattere di uno status un poco migliore rispetto agli altri mercenari, ma di salari sicuramente più ampi che gli permettono di mantenere diverse delle loro abitudini. Spesso i cavalieri mercenari vengono usati sia per ruoli di ricognitori sia per sfondare le linee nemiche, tuttavia sanno di non essere sacrificabili per qualsiasi comandante di compagnia, viste le loro...

I sopravvissuti, coloro che sono riusciti a uscire vivi da molte battaglie, schermaglie, risse e saccheggi. Veterani non solo del combattimento, ma anche della sopravvivenza fuori dal combattimento, solitamente sono rispettati e temuti dai loro compagni, i veterani fra i cavalieri sono molto orgogliosi e molti tendono a equipararsi (o sentirsi ancora più superiori) ai cavalieri ordinari. Per questo le dispute riguardo il loro onore o riguardo a loro vantati privilegi sono particolarmente frequenti sia con altri mercenari che con altri uomini d’arme e popolani. Nonostante la loro indisciplina...

In Bretonnia non esiste niente di più prestigioso che far parte della schiera dei cavalieri: signori e difensori del reame. Il fato delle signorie affidate loro dipende unicamente dalle loro abilità marziali. Le origini della cavalleria sono ritrovabili fin dagli albori dei Bretonni, quando per difendersi dalle continue scorrerie di orchi, goblin e molte creature mostruose, i giovani più valorosi e robusti diventavano guerrieri. In quegli anni oscuri i primi guerrieri di Bretonnia domarono branchi di cavalli selvaggi della zona, che oltretutto conservavano in parte il retaggio dei cavalli...

I più quando mettono da parte un gruzzolo sufficiente si ritirano dal periglioso mestiere delle armi, ma vi è chi invece vuole continuare a sfidare la sorte, per avidità o per continuare la sua personale scalata sociale. Sicuramente avere un certo numero di uomini armati, avidi e pronti ad uccidere è una cosa che conferisce un certo potere e anche un certo prestigio. Il mestiere non è privo di rischi e nelle piccole compagnie il comandante deve rischiare il collo come gli altri, ma i profitti sono maggiori, inoltre si ha la possibilità di trattare direttamente con i nobili e le opportunità...

Ci sono dei mercenari particolarmente capaci o particolarmente cari a Ranald che dopo molte battaglie riescono ad affermarsi come grandi generali e strateghi. La fama delle loro vittorie è sufficiente a richiamare molti uomini sotto il loro seguito. Questo gli consente di avere non solo molto potere contrattuale, ma spesso anche il comando autonomo delle proprie truppe permettendogli di usarle nella maniera più proficua possibile per le proprie borse. Raramente essi sposano totalmente una causa e molti in caso di sconfitta sicura, se possibile, preferiscono cambiare schieramento. Questo fatto...

Con una moltitudine di bocche da sfamare nel mondo, un sacco di gente si guadagna da vivere tramite l'agricoltura. La vita del contadino non è semplice. Il lavoro inizia presto nelle ore che precedono l'alba e continua fino al tramonto. Di solito c'è abbastanza da mangiare, ma il grosso degli sforzi del contadino servono per produrre più prodotto destinato al mercato così che la sua famiglia possa mandare avanti la propria magra esistenza. Nei tempi duri i contadini si radunano nella taverna locale e sognano di diventare ricchi come avventurieri, mercanti o cose del genere. Sebbene i più di...

Solitamente chi segue qualche culto (specie se proibito) tende a farlo di nascosto, quindi avrà un'attività che gli serve da copertura, ma tenderà sempre a comportarsi con molta circospezione, come se potesse essere scoperto in qualunque momento. Infatti, nel Vecchio Mondo, non è particolarmente arduo attirare le sgradite attenzioni di cacciatori di streghe o di zelanti chierici di culti particolarmente solerti nel mettere al rogo i sospetti appartenenti a culti proibiti, persino i membri di altri culti perniciosi potrebbero risultare un pericolo per gli aderenti a culti di ispirazione diversa.

Sono perlopiù giovani popolani di vario rango che hanno un’idea di come si dovrebbe brandire un’arma, ma che ne’ sanno cavalcare, ne' possono permettersi un cavallo. Talvolta accade che vengano anche reclutati a forza in seguito ad una sanguinosa battaglia per prendere il posto dei caduti e non far scendere l’ingaggio della compagnia. Generalmente temuti e odiati da tutti, committenti, nemici e, naturalmente, il popolo. Conosciuti come avidi, traditori e turbolenti, solitamente viaggiano riuniti in compagnie, per ottenere un miglior contratto di quanto farebbero singolarmente e per meglio poter...

La maggior parte degli albionici che arrivano a Bretonnia entrano da L'Anguille, che possono raggiungere seguendo la luce del grande faro. Alcuni di loro sono soldati di ventura, mercenari senza scrupoli che importano le armi e le tecniche di combattimento brutali dell'isola di Morien, a ovest della Grande Albione. Ebbero grande importanza durante l'assedio di Brionne 2274 che ricacciò gli estaliani da Bretonnia e durante la difesa delle coste bretoniane contro le invasioni dei predoni caotici del 2300. Durante quest'ultimo avvenimento un reggimento proveniente dal clan O' Domhnail venne quasi...

I guastatori sono professionisti del sabotaggio: lavorano come mercenari o soldati specializzati in eserciti regolari. Sono individui abili a sabotare strade, ponti, macchine, mura per conto di qualcuno. Vengono spesso impiegati in guerra per fare in modo che l’esercito nemico trovi difficoltà impreviste, come incendi negli accampamenti, cannoni inceppati, ponti crollati o inspiegabili epidemie di dissenteria tra le truppe. Vengono spesso anche impiegati in missioni di “guerra fredda” incendiando granai, provocando la fuga del bestiame, allagando campi coltivati, interrompendo strade e sistemi...

Questa è la storia di Martin Verhoeven. Egli nacque nel 2473 nel quartiere Suiddock di Marienburg. Sua madre morì di parto nel darlo alla luce, suo padre era una guardia della ronda che perse il lavoro per Alcoolismo. L'infanzia di Martin è stata difficile, il padre lo picchiava, doveva vivere elemosinando scarti di pesce dai pescatori e dalle osterie, di tanto in tanto lavorava come scaricatore di porto, tutto questo cercando di non farsi mettere i piedi addosso dai vari criminali e sbruffoni della città. All'età di 17 anni, indurito dalla vita, disilluso e stanco delle botte di quel derelitto...

Alcuni Elfi vivono in radure appartate nel profondo delle grandi foreste. Poiché la contaminazione del Caos è peggiorata, le terre elfiche sono diminuite. Nell'impero sono rimaste alcune comunità elfiche, la più grande delle quali è l'Eonir di Laurelorn. Sotto i rami della foresta, gli Elfi combattono una battaglia nascosta contro gli Uomini Bestia e altre creature malvagie. Piccole unità di guerrieri, conosciuti come Kithbands, combattono il nemico. Come indica il loro nome, i Kithbands sono formati da elfi appartenenti a gruppi familiari collegati e combattono sotto gli emblemi dei loro clan.

Per diventare un Maestro d’Armi bisogna, inizialmente, essere addestrati da un altro Maestro d’Armi, con un allenamento giornaliero per portare le propria abilità oltre il limite. Ogni Nobile, Soldato, Scudiero, Fante di Marina, Gladiatore, Mercenario, Capitano Mercenario, Duellante, Capitano di Mare può mandare una richiesta ufficiale al culto di Myrmidia per l’addestramento iniziale, ma solo un pugno di aspiranti viene scelto ogni anno. Di questi, solo uno o due porteranno a termine l’addestramento. I Personaggi che provengono dalle carriere appropriate e desiderano ottenere l’addestramento...

Nelle colline e nelle montagne del Vecchio Mondo i minatori scavano in cerca di oro, argento, gemme e minerali pregiati. Molti giacimenti nelle terre civilizzate sono quasi esauriti, per questo i minatori passano buona parte del loro tempo nelle aree più remote. Molti sognano di arricchirsi con una grossa vena, ma la loro tendenza a vantarsi rovina le loro speranze. Le notizie di un arricchimento si diffondono velocemente e mentre altri arrivano per sfruttare il ritrovamento nascono città di baracche. Queste città vengono abbandonate con la stessa velocità con cui la vena si esaurisce...

Gli ordini cavallereschi nell'Impero sono molteplici e ognuno con la propria storia, regole e credi. In questo documento vengono illustrati tutti gli ordini conosciuti nel Vecchio Mondo versione Martelli da Guerra. I Cavalieri della Pantera vennero fondati dopo la crociata contro Jaffar, quando molti crociati tornarono con pelli di giaguari, tigri e pantere che adornavano le loro armature. I cavalieri ancora oggi quando scendono in battaglia portano sulle armature e sugli elmi a mo’ di pennacchio qualunque pelle esotica riescano ad ottenere, maculata o a strisce. I loro scudi portano l’emblema...

Nippon è un regno che si estende su un arcipelago di isole e che possiede una notevole potenza navale. L'isola più grande si chiama Honshu, dove c'è il famoso Monte Fiji. Le isole minori sono Shuyoshi a sud-ovest, Fuyoshi a sud-est e Haikido a nord, separata dall'isola di Honshu da uno stretto braccio di mare. Quest'isola è un luogo nefasto, per arginare i suoi pericolo è stato costruito un vallo difensivo: il Grande Muro. Questa gente è divisa dalla maggior parte dell'umanità per via della grande distanza e del loro terribile e pericoloso mare, la gente del Nippon ha sviluppato una strana e...

Pagina 1 di 2

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

  I accept cookies from this site.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

  I accept cookies from this site.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk